I principi del global compact e la normativa 231/2001

Modello 231 e Responsabilità Sociale
Condividi questo articolo

Modello 231 e Responsabilità Sociale d’Impresa: l’applicazione della normativa può essere vista come un buon punto di partenza per introdurre gli obiettivi di sostenibilità in azienda e sfruttarne anche tutte le sinergie possibili.

Il D.lgs. 231/2001 introdotto e sviluppato sulla base delle più importanti convenzioni internazionali include nel suo ambito tutti i principi universali relativi a diritti umani, standard lavorati, ambiente e alla lotta alla corruzione stabiliti dal Global Impact il network che unisce governi, imprese, agenzie delle Nazioni Unite, organizzazioni sindacali e della società civile.

I 10 principi del Global Impact

Il Global Impact infatti promuove i suoi Dieci Principi quale parte integrante della strategia e delle operazioni quotidiane delle imprese che vi aderiscono e mira a incoraggiare e facilitare il dialogo e la cooperazione di tutti gli stakeholder di rilievo a supporto dei promossi dall’iniziativa e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite per il 2030.

Si tratta di principi condivisi universalmente in quanto derivati dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dalla Dichiarazione ILO, dalla Dichiarazione di Rio e dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione.

DIRITTI UMANI:

  • Alle imprese è richiesto di promuovere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell’ambito delle rispettive sfere di influenza; e di
  • assicurarsi di non essere, seppure indirettamente, complici negli abusi dei diritti umani.

LAVORO

  • Alle imprese è richiesto di sostenere la libertà di associazione dei lavoratori e riconoscere il diritto alla contrattazione collettiva;
  • L’eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio;
  • l’effettiva eliminazione del lavoro minorile;
  • l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in materia di impiego e professione.

AMBIENTE

  • Alle imprese è richiesto di sostenere un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali; di
  • intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale; e di
  • incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l’ambiente.

LOTTA ALLA CORRUZIONE

  • Le imprese si impegnano a contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l’estorsione e le tangenti.

Il punto di partenza per coniugare Modello 231 e Responsabilità Sociale d’Impresa

Leggendo questo elenco è possibile constatare che le disposizioni previste dal D. Lgs. 231/2001 che prevedono l’adozione di modelli di gestione e organizzazioni per la prevenzione e il contrasto a una serie di reati presupposto, rispondono a quanto definito e richiesto dagli stessi principi del Global Impact esplicitandoli in regole ben definite a cui attenersi. Il risultato è un buon punto di partenza per coniugare il modello 231 e la responsabilità sociale d’impresa.


Condividi questo articolo

Articoli correlati

Lockdown e sostenibilità?

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo Il lavoro sostenibile è uno dei cardini nell’insieme dei goals della CSR. Questi mesi di lockdown hanno costretto molte imprese (laddove possibile)


Condividi questo articolo
Scopri di più

SROI e Stakeholder

Condividi questo articolo

Condividi questo articoloCon questo secondo articolo approfondiamo gli aspetti già enunciati in merito alla definizione e calcolo del SROI nelle SIAVS. Dopo aver definito il


Condividi questo articolo
Scopri di più