Terzo settore. Le attività finanziabili con l’atto di indirizzo

Definiti gli ambiti a cui saranno destinanti i finanziamenti per il 2020 in linea con gli biettivi di sostenibilità degli SDG’S

Il D.M. del 12 Marzo 2020 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha definito l’atto di indirizzo dell’utilizzo delle risorse in favore del Terzo settore per il 2020.

Ambito

Il Codice del Terzo settore (adottato con il decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, in attuazione della delega conferita al Governo con la legge 6 giugno 2016, n. 106, per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale), dopo aver fornito, la definizione di ente del Terzo settore, individua le attività di interesse generale che devono costituire l’oggetto sociale esclusivo o principale dei medesimi enti.
Il Codice del Terzo settore introduce lo strumento del Fondo per il finanziamento di progetti e di attività di interesse generale nel Terzo settore, diretto a sostenere, lo svolgimento di attività di interesse generale attraverso il finanziamento di iniziative e progetti promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni comprese tra gli enti del Terzo settore.

Modalità di impiego delle risorse

Le risorse del Fondo, costituiscono pertanto l’importo destinato, per l’anno 2020, al finanziamento di iniziative e progetti sulla base degli obiettivi generali, delle aree prioritarie di intervento e delle linee di attività specifiche.
In proposito, si rileva da un lato l’esigenza di promuovere e sostenere lo svolgimento di iniziative e progetti, in grado di garantire interventi coordinati e omogenei su una parte rilevante del territorio nazionale, dall’altro, la necessità di sostenere la capacità anche degli enti di dimensioni più ridotte, ma particolarmente radicati sui territori di riferimento, di operare in un contesto di prossimità, implementando le attività di interesse generale al fine di assicurare un soddisfacimento mirato dei bisogni emergenti locali.

Attività progettuali finaziabili in linea con il Concetto di CSR

Ciò premesso, si riportano di seguito per l’anno 2020 gli obiettivi generali, le aree prioritarie di intervento e le linee di attività in base ai quali gli Enti del terzo settore in possesso dei requisiti di legge potranno essere finanziati e/o presentare proposte progettuali per lo svolgimento delle attività di interesse generale, beneficiando del sostegno finanziario previsto dal Codice, nei limiti delle risorse disponibili.
Le risorse disponibili dovranno essere impiegate in maniera razionale, coerente e sinergica con riguardo agli obiettivi generali, alle aree prioritarie di intervento e alle linee di attività da finanziare.

Si allega schema analitico

Richiedi ora la quotazione per la valutazione iniziale di impatto

Lascia i tuoi dati, verrai ricontattato da un nostro consulente

Valutazione iniziale di impatto

Articoli correlati

Il punto sulle Società Benefit

Le Società Benefit hanno ricevuto nuovo impulso nella Legge finanziaria, più precisamente si tratta dell’emendamento all’art.49 del DDL 2220 “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze

Scopri di più